CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. LAVORO – SENTENZA 22 marzo 2010, n.6847 DEMANSIONAMENTO DIRIGENZIALE: LA PROVA DEL DANNO BIOLOGICO

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Considerato in diritto 1. In via preliminare, i due ricorsi (n. 32099/06 e n. 16794/07) vanno riuniti, in quanto proposti avverso sentenze pronunciate nella stessa controversia (cfr. Cass. n. 13800 del 2003; n. 9377 del 2001). 2. Il ricorso avverso la sentenza non definitiva si articola in quattro motivi. … Leggi tutto “CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. LAVORO – SENTENZA 22 marzo 2010, n.6847 DEMANSIONAMENTO DIRIGENZIALE: LA PROVA DEL DANNO BIOLOGICO”

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II CIVILE – SENTENZA 15 marzo 2010, n.6236 AZIONI DI RISOLUZIONE CONTRATTUALE: DIVERSE SIA PER ‘CAUSA PETENDI’, SIA PER ‘PETITUM’

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Motivi della decisione Con il primo motivo di ricorso vengono dedotte violazione e falsa applicazione dell’art. 112 c.p.c., 1453 e 1454 c.c., 4 co. 4 L. 10/77, con connessi, per insufficienza, contraddittorietà della motivazione e travisamento dei fatti di causa. Si censura per ultrapetizione il rilievo di ufficio, da … Leggi tutto “CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II CIVILE – SENTENZA 15 marzo 2010, n.6236 AZIONI DI RISOLUZIONE CONTRATTUALE: DIVERSE SIA PER ‘CAUSA PETENDI’, SIA PER ‘PETITUM’”

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II CIVILE – SENTENZA 5 marzo 2010, n.5440 PROVE ATIPICHE

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Motivi della decisione Con l’unico motivo di ricorso vengono dedotte violazione e falsa applicazione degli artt.2697,2699,2700,2702 e 1362 ,in relazione agli artt. 948 e/o 949 ce. e 345 c.p.c con connesse omissione,insufficienza e contraddittorietà della motivazione su punto decisivo. Si lamenta che la corte di merito,dopo aver correttamente disatteso … Leggi tutto “CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II CIVILE – SENTENZA 5 marzo 2010, n.5440 PROVE ATIPICHE”

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II CIVILE – SENTENZA 15 marzo 2010, n.6225 ONORARI DI AVVOCATO: L’IMPUGNAZIONE È ‘PER SALTUM’

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Motivi della decisione Con il primo motivo, il ricorrente deduce violazione o falsa applicazione degli artt. 323 e 329 cod. proc. civ. e dell’art. 30 della legge n. 794 del 1942, nonché vizio di omessa o insufficiente motivazione. Il ricorrente sostiene che la Corte d’appello ha dichiarato la inammissibilità … Leggi tutto “CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II CIVILE – SENTENZA 15 marzo 2010, n.6225 ONORARI DI AVVOCATO: L’IMPUGNAZIONE È ‘PER SALTUM’”