CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II CIVILE – SENTENZA 11 gennaio 2010, n.230 OBBLIGAZIONE DEL PROFESSIONISTA E COMPENSO

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Motivi della decisione Col primo motivo si deducono violazione del procedimento interpretativo del contratto, con riguardo ai requisiti e difetto di motivazione perché il mandato riguardava il riconoscimento e conferimento della qualifica superiore di aiuto (e di farmacista dirigente per l’Aceto) sia dinanzi all’organo di gestione che a quello … Leggi tutto “CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II CIVILE – SENTENZA 11 gennaio 2010, n.230 OBBLIGAZIONE DEL PROFESSIONISTA E COMPENSO”

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III CIVILE – SENTENZA 5 gennaio 2010, n.23 LAVORI SU STRADA DI PROPRIETÀ ESCLUSIVA E RISARCIMENTO DEL DANNO

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Motivi della decisione M.V., con l’unico articolato motivo, denuncia “Violazione e falsa applicazione dell’art. 2050 c.c., 1294 c.c., 2043 c.c., artt. 2697 c.c. e segg., art. 115 e 116 c.c., in relazione all’art. 360 n. 3 c.p.c., nonché motivazione inesistente circa un punto decisivo della controversia, ai sensi dell’art. … Leggi tutto “CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III CIVILE – SENTENZA 5 gennaio 2010, n.23 LAVORI SU STRADA DI PROPRIETÀ ESCLUSIVA E RISARCIMENTO DEL DANNO”

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III CIVILE – SENTENZA 17 dicembre 2009, n.26505 L’ASSICURAZIONE COPRE GLI EVENTI INFAUSTI CAUSATI DAL MEDICO NEGLIGENTE

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Motivi della decisione Preliminarmente va disposta la riunione dei ricorsi ex art. 335 cpc. A) Ricorso principale. Con l’unico motivo il ricorrente lamenta la violazione degli artt. 83, 586, 651 c.p., 43 c.p.p., 1900 e 1917 c.c., nonché insufficiente e contraddittoria motivazione su un fatto decisivo, avendo la Corte … Leggi tutto “CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III CIVILE – SENTENZA 17 dicembre 2009, n.26505 L’ASSICURAZIONE COPRE GLI EVENTI INFAUSTI CAUSATI DAL MEDICO NEGLIGENTE”

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III CIVILE – SENTENZA 5 gennaio 2010, n.25 RESPONSABILITÀ DA ATTIVITÀ PERICOLOSA

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Motivi della decisione I tre motivi di ricorso vanno esaminati insieme in quanto connessi. Con il primo motivo il ricorrente denuncia ”VIOLAZIONE DELL’ART. 2050 C.C. IN RELAZIONE ALL’ART. 3,5 DEL C.P.C." esponendo doglianze da riassumere nel modo seguente. Il giudice di seconde cure, pur ravvisando nel caso di specie … Leggi tutto “CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III CIVILE – SENTENZA 5 gennaio 2010, n.25 RESPONSABILITÀ DA ATTIVITÀ PERICOLOSA”