CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II CIVILE – SENTENZA 26 luglio 2010, n.17528 CONCESSIONE DI VENDITA E CONTINENZA DI CAUSE

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Motivi della decisione 1. Ricorso n. 15930 del 2004. 1.1. Con il primo motivo, la ricorrente deduce, con riferimento alla eccezione di litispendenza e/o continenza formulata come specifico motivo di appello, nullità della sentenza e del procedimento, ex art. 360 c.p.c., n. 4, per violazione dell’art. 112 cod. proc. … Leggi tutto “CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II CIVILE – SENTENZA 26 luglio 2010, n.17528 CONCESSIONE DI VENDITA E CONTINENZA DI CAUSE”

CORTE DI CASSAZIONE, SEZIONI UNITE – SENTENZA 6 settembre 2010, n.19051 RIGETTO E INAMMISSIBILITÀ

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole MOTIVI DELLA DECISIONE 1. – La Corte si è già pronunziata nel senso che, nel procedimento per la decisione in camera di consiglio, quante volte sia stata seguita – come nel caso – la modalità prevista dall’art. 380 bis del codice di procedura e non quella in alternativa consentita … Leggi tutto “CORTE DI CASSAZIONE, SEZIONI UNITE – SENTENZA 6 settembre 2010, n.19051 RIGETTO E INAMMISSIBILITÀ”

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. LAVORO – SENTENZA 2 agosto 2010, n.17992 PRESTAZIONE LAVORATIVE ED IMPRESA FAMILIARE

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Motivi della decisione 1. Con l’unico motivo la ricorrente denuncia violazione di legge (artt. 2094 e 2104 cc; artt. 115 e 116 cpc), nonché vizio di motivazione, dolendosi che la Corte territoriale non abbia valutato nella loro interezza le deposizioni testimoniali, sulla base delle quali avrebbe dovuto ritenere provati … Leggi tutto “CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. LAVORO – SENTENZA 2 agosto 2010, n.17992 PRESTAZIONE LAVORATIVE ED IMPRESA FAMILIARE”

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II CIVILE – SENTENZA 3 agosto 2010, n.18032 L’APPALTATORE RIDUCE IL PREZZO IN VIA EXTRACONTRATTUALE SE I DIFETTI SONO GRAVI

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Motivi della decisione Col primo motivo si denunzia omessa, insufficiente o contraddittoria motivazione in relazione all’art. 1667 c.c., comma 2 e all’art. 1669 c.c. e col secondo violazione degli artt. 1667, 1669 c.c. e dell’art. 345 c.p.c. Si contesta la motivazione per la natura stessa dell’opera, con richiami alla … Leggi tutto “CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II CIVILE – SENTENZA 3 agosto 2010, n.18032 L’APPALTATORE RIDUCE IL PREZZO IN VIA EXTRACONTRATTUALE SE I DIFETTI SONO GRAVI”