CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I CIVILE – SENTENZA 5 luglio 2010, n.15835 OCCUPAZIONE ESPROPRIATIVA E CRITERI DI CALCOLO DELL’INDENNIZZO

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole MOTIVI DELLA DECISIONE I ricorsi vanno preliminarmente riuniti ai sensi dell’art. 335 cod. proc. civ. perché proposti contro la medesima sentenza. Con il primo motivo Caio e Tizia, deducendo violazione degli art. 2909 cod. civ. e 324 cod. proc. civ., censurano la sentenza impugnata per averle attribuito in proprietà … Leggi tutto “CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I CIVILE – SENTENZA 5 luglio 2010, n.15835 OCCUPAZIONE ESPROPRIATIVA E CRITERI DI CALCOLO DELL’INDENNIZZO”

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III CIVILE – SENTENZA 28 giugno 2010, n.15360 FINITA LOCAZIONE ED INDENNITÀ DI AVVIAMENTO

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Motivi della decisione §1. Preliminarmente il ricorso incidentale va riunito al principale, in seno al quale è stato proposto. §2. Sempre in via preliminare va disatteso l’assunto svolto dalla ricorrente nella memoria, nel senso che il controricorso e ricorso incidentale non le sarebbe stato notificato: v’è prova, invece, che … Leggi tutto “CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III CIVILE – SENTENZA 28 giugno 2010, n.15360 FINITA LOCAZIONE ED INDENNITÀ DI AVVIAMENTO”

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III CIVILE – SENTENZA 2 luglio 2010, n.15726 IL NOTAIO NEGLIGENTE E’ CONDANNATO ALLA CANCELLAZIONE DELLE IPOTECHE A SUE SPESE

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Motivi della decisione Con il primo motivo il ricorrente deduce la violazione e falsa applicazione degli articoli 2058, primo comma, 1223 e 1225 c.c. (in relazione all’art. 360 n. 3 c.c.). In particolare, ad avviso del ricorrente, i giudici di appello avrebbero omesso di considerare che il risarcimento in … Leggi tutto “CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III CIVILE – SENTENZA 2 luglio 2010, n.15726 IL NOTAIO NEGLIGENTE E’ CONDANNATO ALLA CANCELLAZIONE DELLE IPOTECHE A SUE SPESE”

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III CIVILE – SENTENZA 7 luglio 2010, n.15968 “COMODATO PRECARIO”

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole In diritto Il ricorso è fondato quanto al secondo motivo. Con il primo motivo, i ricorrenti denunciano la violazione e/o falsa applicazione degli artt. 345, 416, 437 c.p.c.. La doglianza non può essere accolta. Esso si infrange, difatti, sul corretto impianto motivazionale adottato dal giudice d’appello nella parte in … Leggi tutto “CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III CIVILE – SENTENZA 7 luglio 2010, n.15968 “COMODATO PRECARIO””