CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II CIVILE – SENTENZA 22 giugno 2010, n.15123 ATTUALIZZAZIONE DEL VALORE DEI BENI EREDITARI

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Motivi della decisione Con il primo motivo di ricorso si deduce violazione e falsa applicazione dell’art. 729 c.c. e difetto di motivazione su punto decisivo, censurandosi la decisione di disporre la divisione del compendio come da narrativa, anzitutto perché le due quote, come sarebbe emerso dalla successiva integrazione peritale, … Leggi tutto “CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II CIVILE – SENTENZA 22 giugno 2010, n.15123 ATTUALIZZAZIONE DEL VALORE DEI BENI EREDITARI”

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I CIVILE – SENTENZA 16 giugno 2010, n.14582 AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA E STATO PASSIVO

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Motivi della decisione 2.1 – Con il primo motivo i ricorrenti denunciano la violazione dell’art. 209 l. fall., e deducono che i giudici del merito, pur avendo accertato che il credito degli obbligazionisti era stato ammesso, senza alcuna riserva, nello stato passivo predisposto dal Commissario dell’a.s. e depositato in … Leggi tutto “CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I CIVILE – SENTENZA 16 giugno 2010, n.14582 AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA E STATO PASSIVO”

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II CIVILE – SENTENZA 21 giugno 2010, n.14926 ECCEZIONE DI INADEMPIMENTO ED INTERESSI MORATORI

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Motivi della decisione Con il primo motivo, la ricorrente deduce vizio di motivazione, per avere la Corte d’appello attribuito ad essa un grave inadempimento che aveva dato corso alla lite, per avere fatto decorrere il calcolo degli interessi dal momento in cui sarebbero giunti a scadenza i pagamenti contrattualmente … Leggi tutto “CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II CIVILE – SENTENZA 21 giugno 2010, n.14926 ECCEZIONE DI INADEMPIMENTO ED INTERESSI MORATORI”

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II CIVILE – SENTENZA 21 giugno 2010, n.14921 DATIO IN SOLUTUM

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole MOTIVI DELLA DECISIONE Preliminarmente le due impugnazioni vengono riunite in un solo processo, in applicazione dell’art. 335 c.p.c. I primi tre motivi del ricorso principale possono essere presi in considerazione congiuntamente, poiché vi sono formulate censure tra loro connesse, tutte relative al capo della sentenza impugnata con cui è … Leggi tutto “CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II CIVILE – SENTENZA 21 giugno 2010, n.14921 DATIO IN SOLUTUM”