CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I CIVILE – SENTENZA 22 marzo 2010, n.6861 DIRITTO DI ABITARE NELLA CASA CONIUGALE

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Motivi della decisione Va accolta preliminarmente l’eccezione di inammissibilità, per tardività del controricorso. Il ricorso è stato notificato dal F. in data 3/4/2006; il controricorso doveva essere notificato ai sensi del combinato disposto degli artt. 369-370 c.p.c. entro venti giorni dal termine stabilito per il deposito del ricorso stesso … Leggi tutto “CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I CIVILE – SENTENZA 22 marzo 2010, n.6861 DIRITTO DI ABITARE NELLA CASA CONIUGALE”

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III CIVILE – SENTENZA 17 marzo 2010, n.6481 VESSATORIETÀ E SQUILIBRIO CONTRATTUALE

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Motivi della decisione 1. – Con il primo motivo la ricorrente lamenta violazione degli art. 99, 100, 346 e 342 cod. proc. civ., per avere la Corte di appello ritenuto ammissibile l’impugnazione, sebbene l’appellante non ne avesse specificamente indicato i motivi, quanto alle questioni di merito, ma si fosse … Leggi tutto “CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III CIVILE – SENTENZA 17 marzo 2010, n.6481 VESSATORIETÀ E SQUILIBRIO CONTRATTUALE”

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II CIVILE – SENTENZA 5 marzo 2010, n.5440 PROVE ATIPICHE

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Motivi della decisione Con l’unico motivo di ricorso vengono dedotte violazione e falsa applicazione degli artt.2697,2699,2700,2702 e 1362 ,in relazione agli artt. 948 e/o 949 ce. e 345 c.p.c con connesse omissione,insufficienza e contraddittorietà della motivazione su punto decisivo. Si lamenta che la corte di merito,dopo aver correttamente disatteso … Leggi tutto “CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II CIVILE – SENTENZA 5 marzo 2010, n.5440 PROVE ATIPICHE”

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II CIVILE – SENTENZA 15 marzo 2010, n.6225 ONORARI DI AVVOCATO: L’IMPUGNAZIONE È ‘PER SALTUM’

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Motivi della decisione Con il primo motivo, il ricorrente deduce violazione o falsa applicazione degli artt. 323 e 329 cod. proc. civ. e dell’art. 30 della legge n. 794 del 1942, nonché vizio di omessa o insufficiente motivazione. Il ricorrente sostiene che la Corte d’appello ha dichiarato la inammissibilità … Leggi tutto “CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II CIVILE – SENTENZA 15 marzo 2010, n.6225 ONORARI DI AVVOCATO: L’IMPUGNAZIONE È ‘PER SALTUM’”