CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II CIVILE – SENTENZA 8 marzo 2010, n.5564 DANNO MORALE E RUMORE

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Motivi della decisione Con il primo motivo le ricorrenti denunciano violazione e falsa applicazione dell’art. 360 n. 3 cod. proc. civ. con riferimento agli articoli 345 comma 3, 184 e 184 bis cod. proc. civ. (nella formulazione in vigore prima della legge del 1° marzo 2006); violazione del principio … Leggi tutto “CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II CIVILE – SENTENZA 8 marzo 2010, n.5564 DANNO MORALE E RUMORE”

CORTE COSTITUZIONALE – SENTENZA 26 febbraio 2010, n.80 DISABILITÀ E NORMATIVA STATALE DI SOSTEGNO ED INTEGRAZIONE

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Considerato in diritto 1. – Il Consiglio di giustizia amministrativa per la Regione Siciliana, dubita della legittimità costituzionale dell’art. 2, commi 413 e 414, della legge 24 dicembre 2007, n. 244 (Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato – legge finanziaria 2008), nella parte in … Leggi tutto “CORTE COSTITUZIONALE – SENTENZA 26 febbraio 2010, n.80 DISABILITÀ E NORMATIVA STATALE DI SOSTEGNO ED INTEGRAZIONE”

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I CIVILE – SENTENZA 1 marzo 2010, n.4863 PRELIMINARE AD EFFETTI ANTICIPATI: ANCORA UNA VOLTA LA DETENZIONE PREVALE SUL POSSESSO

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Motivi della decisione Con il primo motivo, di contenuto variegato, le società ricorrenti deducono la violazione degli articoli 130 e 136 della legge fallimentare e dell’art. 1356 cod. civile. La censura è articolata sotto più profili che occorre esaminare partitamente. Viene in considerazione, in via preliminare di rito, la … Leggi tutto “CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I CIVILE – SENTENZA 1 marzo 2010, n.4863 PRELIMINARE AD EFFETTI ANTICIPATI: ANCORA UNA VOLTA LA DETENZIONE PREVALE SUL POSSESSO”

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III CIVILE – SENTENZA 2 marzo 2010, n.4950 INCIDENTE STRADALE E CRITERI PER LA QUALIFICAZIONE DEL RISARCIMENTO DANNI

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Motivi della decisione Con l’unico motivo di ricorso si deduce “violazione e falsa applicazione dell’art. 1223 c.c. sotto il profilo dell’applicazione del principio della compensatio lucri cum damno, in relazione all’art. 360, n. 3 c.p.c. – omessa o insufficiente o contraddittoria motivazione su un punto decisivo della controversia.”. Si … Leggi tutto “CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III CIVILE – SENTENZA 2 marzo 2010, n.4950 INCIDENTE STRADALE E CRITERI PER LA QUALIFICAZIONE DEL RISARCIMENTO DANNI”