CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II CIVILE – 3 maggio 2010, n. 10624. In materia di divisione ereditaria.

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Motivi della decisione Preliminarmente deve procedersi alla riunione dei ricorsi in quanto proposti contro la medesima sentenza. Venendo quindi all’esame del ricorso principale, si rileva che la S. con il primo motivo, denunciando violazione o falsa applicazione dell’art. 720 c.c., censura la sentenza impugnata per non aver preso in … Leggi tutto “CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II CIVILE – 3 maggio 2010, n. 10624. In materia di divisione ereditaria.”

Cassazione civile 10596/2010 Contratto di assicurazione: ci deve essere equilibrio!

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Svolgimento del processo M.S., in qualità di titolare dell’impresa individuale "Moby Line", convenne in giudizio dinanzi al tribunale di Cuneo la propria compagnia assicurativa, Ras s.p.a., chiedendone la condanna al pagamento della somma di L. 100 milioni a titolo di indennizzo in conseguenza di un furto subito nel (OMISSIS). … Leggi tutto “Cassazione civile 10596/2010 Contratto di assicurazione: ci deve essere equilibrio!”

Cassazione civile 9757/2010 Tabelle millesimali del condominio: la parola passa alle Sezioni Unite!

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole La Corte premesso che la controversia investe (primo motivo) la questione della competenza dell’assemblea alla approvazione (o revisione) delle tabelle millesimali; osserva: Per lungo tempo questa S.C. ha ritenuto che l’approvazione o la revisione delle tabelle millesimali non rientra nella competenza dell’assemblea, ma costituisce oggetto di un negozio di … Leggi tutto “Cassazione civile 9757/2010 Tabelle millesimali del condominio: la parola passa alle Sezioni Unite!”

Cassazione civile 12708/2010 Locazione: i difetti non denunciati valgono come accettati!

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Allorquando il conduttore, all’atto della stipulazione del contratto di locazione, non abbia denunziato i difetti della cosa da lui conosciuti o facilmente riconoscibili, deve ritenersi che abbia implicitamente rinunziato a farli valere, accettando la cosa nello stato in cui risultava al momento della consegna, e non può, pertanto, chiedere … Leggi tutto “Cassazione civile 12708/2010 Locazione: i difetti non denunciati valgono come accettati!”