Cassazione Penale, Sentenza 1226 del 2011 Il certificato di conformità non esonera da responsabilità il datore di lavoro se il macchinario è difettoso

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Svolgimento del processo [OMISSIS] veniva tratto a giudizio del Tribunale di Milano, per rispondere del reato di lesioni personali colpose secondo la seguente contestazione: perché per colpa consistita nell’aver messo a disposizione dei propri dipendenti una macchina monoblocco priva di riparo e protezione della zona di riavvolgimento del filo … Leggi tutto “Cassazione Penale, Sentenza 1226 del 2011 Il certificato di conformità non esonera da responsabilità il datore di lavoro se il macchinario è difettoso”

Cassazione Civile, Sentenza n. 1612 del 2011 Ricorso per cassazione e formulazione del quesito di diritto ex art. 366-bis c.p.c.

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Svolgimento del processo 1. – Il Tribunale di Brescia, dopo aver pronunciato, con sentenza non definitiva del 23 gennaio 2003, lo scioglimento del matrimonio contratto da [OMISSIS] con [OMISSIS] , con sentenza definitiva del 14 novembre 2005 riconobbe alla donna un assegno mensile di Euro 7.500,00. da rivalutarsi annualmente, … Leggi tutto “Cassazione Civile, Sentenza n. 1612 del 2011 Ricorso per cassazione e formulazione del quesito di diritto ex art. 366-bis c.p.c.”

Cassazione Civile, Sentenza n. 1418 del 2011 L’avvocato vittima di disservizi causati dalla società telefonica ha diritto al risarcimento dei danni

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Svolgimento del processo Con sentenza 1 giugno – 10 settembre 2005 la Corte d’appello di Ancona, in riforma della decisione del locale Tribunale del 7 febbraio – 4 giugno 2002, condannava la TELECOM Italia spa al pagamento della somma di Euro 70.000,00 (settantamila/00) in favore dell’avvocato [OMISSIS] , a … Leggi tutto “Cassazione Civile, Sentenza n. 1418 del 2011 L’avvocato vittima di disservizi causati dalla società telefonica ha diritto al risarcimento dei danni”

Cassazione Civile, Sentenza n. 739 del 2011 La dichiarazione confessoria contenuta nel C.I.D. non ha valore di prova piena

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Fatto Con atto di citazione regolarmente notificato, la S.r.l. in liquidazione “L.P.” impugnava davanti al Tribunale di Roma la sentenza del Giudice di Pace 6.6.2002, con cui questi aveva respinto la domanda della società stessa contro L.M. T. e la S.p.A. Lloyd Adriatico, dei quali aveva chiesto la condanna … Leggi tutto “Cassazione Civile, Sentenza n. 739 del 2011 La dichiarazione confessoria contenuta nel C.I.D. non ha valore di prova piena”