CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE – SENTENZA 6 luglio 2011, n.26247 DIRITTO INCONDIZIONATO DI ACCEDERE ALLE REGISTRAZIONI

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Ritenuto in fatto 1. B.L. e D.C.R. venivano assolti, con sentenza del tribunale di Napoli in data 16 aprile 2008, dalle imputazioni loro ascritte. 2. Al B. era stata contestata la violazione degli articoli del codice penale n. 323 e 61 n. 1 (capo A), 605 e 61 n. … Leggi tutto “CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE – SENTENZA 6 luglio 2011, n.26247 DIRITTO INCONDIZIONATO DI ACCEDERE ALLE REGISTRAZIONI”

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE – SENTENZA 6 luglio 2011, n.26258 LEGITTIMA LA PRIVAZIONE DI LIBERTA’

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Ritenuto in fatto 1. B.L. e D.C.R. venivano assolti, con sentenza del tribunale di Napoli in data 16 aprile 2008, dalle imputazioni loro ascritte. 2. Al B. era stata contestata la violazione degli articoli del codice penale n. 323 e 61 n. 1 (capo A), 605 e 61 n. … Leggi tutto “CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE – SENTENZA 6 luglio 2011, n.26258 LEGITTIMA LA PRIVAZIONE DI LIBERTA’”

CORTE COSTITUZIONALE, Sentenza n. 224 del 17/07/2009 Il magistrato deve essere estraneo alla politica dei partiti e dei suoi metodi

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Ritenuto in fatto La Sezione disciplinare del Consiglio superiore della magistratura, con ordinanza dell’11 novembre 2008, ha sollevato, in riferimento agli articoli 2, 3, 18, 49 e 98 della Costituzione, questione di legittimità costituzionale dell’art. 3, comma 1, lettera h), del decreto legislativo 25 febbraio 2006, n. 109 (Disciplina … Leggi tutto “CORTE COSTITUZIONALE, Sentenza n. 224 del 17/07/2009 Il magistrato deve essere estraneo alla politica dei partiti e dei suoi metodi”

CASSAZIONE PENALE, Sez. V, Sentenza n. 35880 del 16/09/2009 Non punibili le offese dell’avvocato durante l’arringa

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Svolgimento del processo Il Giudice di Pace di Vasto, con sentenza 4/4/2008, assolveva […] dal reato di ingiuria aggravata con la formula “perché il fatto non costituisce reato ex art. 599 cp. All’avvocato XX era stato addebitato di avere – nell’arringa conclusiva del processo penale, celebrato in Tribunale, a … Leggi tutto “CASSAZIONE PENALE, Sez. V, Sentenza n. 35880 del 16/09/2009 Non punibili le offese dell’avvocato durante l’arringa”