Cassazione, Sezioni unite civili, 14 aprile 2010, n. 8830 Licenziamento, è tempestiva la raccomandata spedita entro 60 gg dalla comunicazione del licenziamento

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Considerato in diritto 1. Con il primo motivo di ricorso si deduce l’omessa o contraddittoria motivazione della sentenza impugnata su di un punto decisivo della controversia. In particolare, il ricorrente denuncia il carattere meramente apparente, e quindi insufficiente, della motivazione della sentenza, là dove la Corte d’appello ha escluso … Leggi tutto “Cassazione, Sezioni unite civili, 14 aprile 2010, n. 8830 Licenziamento, è tempestiva la raccomandata spedita entro 60 gg dalla comunicazione del licenziamento”

Cassazione, Sez. VI, 3 febbraio 2010, n. 4699 Diritto di cronaca e di critica

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Ritenuto in fatto 1. YYY e XXXerano imputati del reato di cui agli artt. 110 e 351 c.p. (“violazione della pubblica custodia di cose”) per avere, in concorso tra loro e in epoca antecedente e prossima il 18.1.2008, sottratto il fascicolo di una causa civile da uno degli armadi … Leggi tutto “Cassazione, Sez. VI, 3 febbraio 2010, n. 4699 Diritto di cronaca e di critica”

Cassazione, Sez. I, 18 febbraio 2010, n. 6587 Omicidio Hina Saleen, risarcibile anche il danno non patrimoniale per il convivente della vittima

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Svolgimento del processo Con sentenza del 13/11/2007 il GUP del Tribunale di Brescia ha dichiarato Saleem Mohammed, Khalid Mahmood e Zahid Mahmood responsabili, in concorso tra loro, del reato di omicidio pluriaggravato di Saleem Hina nonché i medesimi e Tariq Muhammad responsabili, in concorso tra loro, del reato di … Leggi tutto “Cassazione, Sez. I, 18 febbraio 2010, n. 6587 Omicidio Hina Saleen, risarcibile anche il danno non patrimoniale per il convivente della vittima”

Cassazione, Sez. III, 8 marzo 2010, n. 9154 Atti sessuali con minore e attenuante della minore gravità del fatto

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Osserva 1. Provvedimento impugnato e motivi del ricorso – Con la sentenza qui impugnata, la Corte d’Appello ha confermato la condanna inflitta all’imputato – odierno ricorrente – per il reato di atti sessuali in danno della minore degli anni omissis M.D.S., consistito nell’abbracciata, darle baci sulla bocca e, comunque, … Leggi tutto “Cassazione, Sez. III, 8 marzo 2010, n. 9154 Atti sessuali con minore e attenuante della minore gravità del fatto”