Cassazione, 5 novembre 2009, n. 42477 Il datore di lavoro è il soggetto in via primaria onerato degli obblighi di prevenzione e di sicurezza: non rileva se il committente nomina un suo responsabile

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Fatto e diritto 1. Con sentenza del 9/6/2005 il Tribunale di Milano, sez. dist. di Rho, condannava in sede di rito abbreviato C.V. per lesioni colpose in danno dell’operaio M.T., guarite oltre il 40° giorno e costituite da frattura all’osso frontale, trauma cranico commotivo, frattura del polso destro, frattura … Leggi tutto “Cassazione, 5 novembre 2009, n. 42477 Il datore di lavoro è il soggetto in via primaria onerato degli obblighi di prevenzione e di sicurezza: non rileva se il committente nomina un suo responsabile”

Cassazione, 20 novembre 2009, n. 24544 Responsabile l’avvocato se impugna tardivamente la dichiarazione di fallimento per conto del cliente

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Svolgimento del processo G. Di Q. e V. C. convenivano in giudizio gli avv. C. Di S. e C. S., innanzi al Tribunale di Catania, esponendo di aver subito gravi danni a causa della negligenza professionale di questi ultimi. Gli attori lamentavano in particolare che i convenuti avevano impugnato … Leggi tutto “Cassazione, 20 novembre 2009, n. 24544 Responsabile l’avvocato se impugna tardivamente la dichiarazione di fallimento per conto del cliente”

Cassazione, 18 novembre 2009, n. 44047 È applicabile la causa di non punibilità ex 649 cp in caso di convivenza more uxorio?

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Motivi della decisione Con sentenza 28.10.05 del Tribunale di Bergamo, sezione distaccata di Treviglio, dichiarava non doversi procedere nei confronti di C. G. in ordine al reato di ricettazione di un assegno bancario in quanto non punibile ex art. 649 c.p., atteso che lo smarrimento dell’assegno era stato denunciato … Leggi tutto “Cassazione, 18 novembre 2009, n. 44047 È applicabile la causa di non punibilità ex 649 cp in caso di convivenza more uxorio?”

Cassazione, 19 novembre 2009, n. 44492 Maltrattamenti e suicidio conseguente: reato aggravato dell’evento punibile solo se prevedibile

Sentenza scelta dal dott. Domenico Cirasole Osserva Sull’appello proposto da D. N. C. avverso la sentenza della Corte di Assise di Bergamo in data 1-07-2005 che lo aveva dichiarato colpevole del reato di cui all’art. 572 co. 1° e 2° u.p. cp. per aver maltrattato la convivente M. E. facendone derivare la morte della stessa … Leggi tutto “Cassazione, 19 novembre 2009, n. 44492 Maltrattamenti e suicidio conseguente: reato aggravato dell’evento punibile solo se prevedibile”