Tribunale Amministrativo Regionale per il Veneto Sent.n. 327/09

Avviso di Deposito

del

a norma dell’art. 55

della L. 27 aprile

1982 n. 186

Il Direttore di Sezione

Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Veneto, terza Sezione, con l’intervento dei signori magistrati:

Angelo De Zotti Presidente

Marco Buricelli Consigliere

Stefano Mielli Primo Referendario, relatore

ha pronunciato, nella forma semplificata di cui agli artt. 21 e 26 della legge 6 dicembre 1971, n. 1034, la seguente

SENTENZA

nel giudizio introdotto con il ricorso n. 2643/08, proposto da ACEGAS A.P.S. S.P.A., in persona dell’Amministratore delegato pro tempore, rappresentato e difeso dall’avv. Sergio Dal Prà, con domicilio presso la Segreteria del T.A.R., ai sensi dell’art. 35 R.D. 26.6.1924 n. 1054;

CONTRO

Il Consorzio per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani – Bacino di Padova Due, in persona del legale rappresentante pro tempore, rappresentato e difeso dagli avv.ti Simonetta Rottin, Ivone Cacciavillani e Chiara Cacciavillani, con domicilio presso la Segreteria del T.A.R., ai sensi dell’art. 35 R.D. 26.6.1924 n. 1054;

per l’annullamento

previa emissione di provvedimenti cautelari, della delibera del Consiglio di Amministrazione dell’Ente di Bacino Padova Due n. 147 in data 13 ottobre, con la quale è stata approvata la tariffa di smaltimento rifiuti solidi urbani per l’anno 2009;

Visto il ricorso, notificato il 12 dicembre 2008 e depositato presso la Segreteria il 24 dicembre 2008, con i relativi allegati;

visto l’atto di costituzione in giudizio del Consorzio Bacino di Padova 2;

visti gli atti tutti di causa;

uditi all’udienza camerale del 28 gennaio 2009 (relatore il primo referendario Stefano Mielli), l’avv.Toso in sostituzione di Dal Prà per la parte ricorrente e l’avv. Quarneti in sostituzione di Cacciavillani per il consorzio;

considerato

che, nel corso dell’udienza camerale fissata nel giudizio in epigrafe, il Presidente del Collegio ha comunicato alle parti come, all’esito, avrebbe potuto essere emessa decisione in forma semplificata, ex artt. 21, XI comma, e 26, IV e V comma, della l. 6 dicembre 1971, n. 1034, e queste non hanno espresso rilievi o riserve;

che sussistono effettivamente i presupposti per pronunciare tale sentenza nei termini come di seguito esposti:

che la ricorrente impugna il provvedimento con il quale il Consorzio obbligatorio per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani ha mantenuto in 116,91 euro per tonnellata la tariffa per il 2009, a fronte della proposta formulata dalla ricorrente di 134,53 euro per tonnellata;

che l’Amministrazione resistente ha adottato un nuovo provvedimento di rideterminazione della tariffa per il 2009, revocando il procedente oggetto del presente giudizio, per un importo di 126,91 euro per tonnellata;

che la ricorrente, con memoria del 26 gennaio 2009, ha dichiarato che la nuova determinazione, quantunque non nella misura originariamente richiesta, è satisfattiva della pretesa sostanziale azionata e non ha più interesse alla definizione nel merito del ricorso;

che deve pertanto essere dichiarata la sopravvenuta carenza di interesse al ricorso;

che il nuovo provvedimento consegue ad una rinnovata istruttoria che le proposte censure denunciavano incompleta e alla quale è stato dato seguito in ragione di un’integrazione documentale effettuata dalla ricorrente;

che pertanto sussistono giusti motivi per disporre l’integrale compensazione delle spese di giudizio;

P.Q.M.

il Tribunale amministrativo regionale per il Veneto, terza Sezione, definitivamente pronunciando sul ricorso in epigrafe, lo dichiara improcedibile per sopravvenuta carenza di interesse.

Spese compensate.

Ordina che la presente sentenza sia eseguita dall’Autorità amministrativa.

Così deciso in Venezia, nella Camera di consiglio addì 28 gennaio 2009.

Il Presidente l’Estensore

Il Segretario

SENTENZA DEPOSITATA IN SEGRETERIA

il……………..…n.………

(Art. 55, L. 27/4/1982, n. 186)

Il Direttore della Terza Sezione

T.A.R. per il Veneto – III Sezione n.r.g. 2643/2008

Fonte: www.giustizia-amministrativa.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *